La fine di un estate

Stanno a capo chino, pentiti di una colpa che non hanno.
Immobili, appena poco fa ancora si avvertiva un lento passaggio da una posizione all’altra, invisibile agli occhi dei più.
Spelati, sgranati, afflitti, piegati, memori del sole che li scaldava e a cui rivolgevano fieri il viso.
Chiusi in se stessi la notte, attendevano con gioia il risveglio, l’attimo esatto in cui le lame di luce fendevanocome un coltello nel burro le ombre buie.
Ora si radunano in truppa disordinatamente composta.
Ma non si muovono.

Attendono con rassegnazione la lama che li falcerà.
Sino alla prossima resurrezione.

SAMSUNG

Annunci

Un pensiero riguardo “La fine di un estate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...