Le ventiquattro ore.

È vero, fisso sempre lo stesso sole, ogni mattina

come la stessa luna quando le luci vanno a dormire,

confesso, ne rimango incantato, mi catturano

in una dimensione  talmente dolce da farmi dimenticare

quanto di selvaggio sia in me.

Brucia, talvolta, la stella del giorno, ma è nulla, infinitamente

nulla rispetto al calore di ogni istante.

La Luna si sdoppia, in qualche momento, e se pur bianca

non mi riesce mai algida.

Osservo, catturo con scatti che stanno tra il felino e la carezza

e non ascolto quel fruscio indistinto che mi insinua la fuga

per il semplice motivo che Sole e Luna

incoronano il mondo, come dovrebbe, come è.092BF960-08DD-45F0-9624-84215E9C8AAD

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...